admin

Migliori Broker per il Forex Trading

Broker per il Forex Trading

La scelta di un broker è necessaria per poter fare trading Forex o trading di criptovalute. Ma su quali parametri operare tale scelta? In questo articolo faremo una selezione dei migliori, fermo restando che tutti quelli elencati sono autorizzati e regolamentati ad operare nel nostro paese dalla Consob, quindi assolutamente sicuri.

Dai un’occhiata ai 5 migliori broker di trading Forex

eToro

Grazie ad una massiccia campagna di sponsorizzazione sia sui media tradizionali che sui canali online, eToro è uno dei broker probabilmente più noti e sulla bocca di tutti. Tra le caratteristiche che differenziano la piattaforma dai principali competitors, troviamo sicuramente la possibilità di fare Social Trading, ovvero di accedere ad una sorta di social network di investitori con i quali confrontarsi. In seconda battuta è permesso anche il Copy Trading, cioè copiare le strategie dei traders di successo per ridurre il rischio correlato all’investimento. Grazie a queste opzioni, il broker è idoneo anche per i trader principianti.

Il Broker Etoro va bene per tutti i Trader principianti

Markets.com

Il broker Markets.com permette di operare su oltre 2.000 strumenti mediante l’utilizzo di due piattaforme, la Web Trader proprietaria e la MetaTrader 4. Per quanto concerne la prima versione, questa risulta semplice e particolarmente fruibile, con funzionalità innovative ed un design fresco e moderno. Grazie a questo particolare aspetto, la piattaforma è tranquillamente utilizzabile anche dai principianti, che non incontreranno particolari difficoltà nelle operazioni di routine. Tra i punti di forza, troviamo la possibilità di fare trading di CFD ed un ottimo servizio di assistenza, fattore quest’ultimo da non trascurare mai nella scelta del broker. Il deposito minimo per cominciare ad operare è piuttosto contenuto, ovvero 100 euro, ed è possibile aprire un conto demo con il quale sperimentare il trading Forex senza mettere a rischio i propri fondi reali.

Plus500

Plus500

Aprendo un conto su Plus500 si avrà la possibilità di negoziare con spread competitivi su oltre 50 cross valutari, sulla maggior parte delle coppie forex principali, quali EUR/USD, USD/JPY o GBP/USD. Plus500 non offre particolari strumenti formativi, notizie finanziarie o analisi, ma in compenso ha uno dei migliori servizi di assistenza di supporto, usufruibile via chat, probabilmente tra i più veloci del mercato. Ad oggi il broker è cresciuto moltissimo, con oltre 2 milioni di transazioni mensili, senza dimenticare come sia anche quotato alla Borsa di Londra.

24option

Tra i migliori broker che consentono di fare Forex trading, investire in CFD e giocare in borsa, troviamo sicuramente 24option. Come anticipato in comune con gli altri ha il fatto di essere sicuro e regolamentato ad operare, ma uno degli aspetti che maggiormente differenzia la piattaforma dalle altre, è un efficiente servizio assistenza che classifica gli utenti sulla base della loro reale esperienza e conoscenza di trading.

Il broker offre la possibilità, in base all’entità del deposito minimo, di accedere a 5 differenti tipologie di conti. Da segnalare anche in questo caso la possibilità di aprirne uno in versione demo, per sperimentare. Sulla piattaforma è presente anche un centro formativo molto completo, dove sono disponibili tre distinti corsi suddivisi secondo il livello, che può essere base, intermedio o avanzato. I prelievi effettuati dalla piattaforma, dovranno essere effettuati con lo stesso strumento utilizzato per i depositi.

 

Storia del Forex e come investire

Storia del Forex e come investire

La prima forma, antica e non ufficiale, di forex si ha con la nascita stessa delle monete. Nel momento in cui i popoli cominciarono a coniare le proprie monete, sentirono anche il bisogno di scambiarle tra loro. È del 1944 poi l’accordo di Bretton Woods tra le più importanti monete di tutto il mondo che sanciva la creazione di un mercato monetario solido basato sul dollaro. Questo sistema non consentiva grandi profitti agli investitori del forex poiché le oscillazioni erano piuttosto controllate e il rischio cambio quasi inesistente. Fu il presidente degli Stati Uniti Nixon a decretare la fine del sistema Bretton Woods a causa dell’inflazione che colpì il dollaro nel periodo della guerra del Vietnam, quando il biglietto verde fu emesso in grandissime quantità.

Da questo momento in poi, sebbene il dollaro rimase la principale moneta e rappresentò la maggior parte degli scambi intermonetari, il mercato tra le valute di tutto il mondo ebbe la facoltà di muoversi liberamente, trasformando il forex in un mercato efficiente e dinamico.

Questo soprattutto con l’avvento di internet che permise anche ai piccoli risparmiatori e non più solo a banche, grandi investitori e fondi di investimento, di accedere al forex semplicemente grazie a un pc connesso a una rete.

Il forex, che non ha una sede fisica, è ad oggi il più grande mercato finanziario a livello mondiale. A causa dei diversi fusi orari dei Paesi a cui le monete appartengono, è aperto sempre, 24 ore su 24, tranne che nei fine settimana. In questo mercato si scambiano coppie di valute, attraverso il tasso di cambio. Le transazioni che avvengono ogni giorno toccano i 5 mila miliardi di valore e sono perlopiù di origine speculativa. Essendo un mercato che non riguarda società o materie prime, ma valute, è fondamentale essere sempre aggiornati e informati sulle politiche monetarie e i tassi d’interesse che le banche centrali, come Fed e Bce, decidono.

Il forex prevede sempre la transazione tra una coppia di valute, dove se ne acquista una vendendo l’altra. Il cambio tra le due è espresso in questo modo EUR/USD = 1,10.

La valuta di sinistra è chiamata valuta di base, in questo caso è l’euro, quella di destra, il dollaro, si chiama valuta di quotazione, nell’esempio specifico con un euro si possono comprare 1,10 dollari.

Le oscillazioni tra due monete variano all’interno di una giornata in modo molto lieve, questa è espressa in pips e a volte è talmente piccola che a ragione il forex è visto come il mercato meno volatile al mondo. Eppure operando attraverso la leva finanziaria, che in questo mercato arriva fino a 1:2000, il valore di questi piccoli movimenti aumenta considerevolmente. Naturalmente una leva così alta sottopone anche a rischi molto elevati, di cui non bisogna mai scordarsi.

La differenza tra il prezzo di acquisto e quello di vendita viene chiamato spread e genera, grazie alla leva, grandi profitti oppure importanti perdite di capitale.

Al mercato del forex si accede tramite piattaforme di trading che generalmente offrono formazione, vantaggi e conti demo completamente gratuiti. Soprattutto quest’ultimo può essere un ottimo alleato per cimentarsi in un settore nuovo con cui si ha ancora poca dimestichezza. Grazie ai conti demo si può operare all’interno del forex ma in modo virtuale, senza rischiare nulla, ma intanto facendo esperienza.

Se vuoi fare soldi investendo nel mercato forex, fai clic qui

Come fare soldi con il Forex Trading

Come fare soldi con il Forex Trading

Il Forex, abbreviazione di Foreign Exchange, è il mercato dove vengono scambiate le valute. Si tratta del mercato più grande e liquido del mondo su cui ogni giorno avvengono scambi per un valore complessivo di 5,3 mila miliardi di dollari. In questo immenso mercato si possono fare grandi profitti ma c’è anche il rischio di perdere tutto il capitale investito. Alcuni investitori fanno l’errore di iniziare a investire sul mercato valutario senza sapere come funziona. Invece, per guadagnare con il Forex, ci vogliono conoscenze, pianificazione e disciplina nella gestione del rischio. Scopri come fare soldi con il Forex Trading.

Come funziona il mercato del Forex Trading

Prima di scoprire come fare soldi con il Forex Trading è bene avere qualche informazione in più su questo mercato. Nel Forex market le divise vengono scambiate attraverso un tasso di cambio che esprime il rapporto tra una coppia di valute: la valuta base, equivalente a 1, e la valuta quotata. Quando si acquista una coppia di valute si acquista la valuta base e contestualmente si vende l’altra valuta.

Con il trading sul Forex è possibile trarre profitto sia acquistando (long) che vendendo (short). Se, ad esempio, il trader prevede che il valore della coppia di valute USD/JPY (dollaro statunitense/yen giapponese) salirà, comprerà USD e venderà JPY, se al contrario pensa che il dollaro si deprezzerà, venderà USD e comprerà JPY. Inoltre, si può sfruttare l’effetto leva, quel meccanismo che permette di depositare una piccola parte del capitale e di amplificare gli eventuali profitti.

Il mercato Forex è decentralizzato, ovvero non c’è alcuna banca o autorità centrale che sovrintenda al suo funzionamento. Inoltre è un mercato Over The Counter (OTC), cioè che non ha sede in un luogo fisico preciso, ed è attivo quasi 24 ore su 24. Fare Forex trading è diverso che investire in un mercato regolamentato: c’è un gran numero di operatori e ognuno determina liberamente le sue quotazioni.

Come fare soldi con il Forex Trading

Il Forex Trading è un’opportunità per ottenere guadagni interessanti. Tuttavia, arricchirsi con questo investimento non è così semplice. Per prima cosa bisogna affidarsi a forex broker regolamentati e autorizzati ad operare sul territorio italiano. A tal proposito, consultando il sito della Consob è possibile accertarsi che il broker scelto abbia regolare licenza. Sebbene grazie ai maggiori controlli le truffe siano in diminuzione il più grosso rischio è dato dalla carenza di conoscenze. Per questo è importante che gli investitori prestino molta attenzione nel valutare le proprie conoscenze rispetto al Forex prima di iniziare ad investire.

Per fare i soldi nel Forex è necessario avere una strategia e analizzare con attenzione la situazione dei mercati. Le principali strategie Forex si basano su due tipi di analisi che aiutano a fare previsioni meno incerte: l’analisi fondamentale e l’analisi tecnica. La prima consiste nell’osservazione dei dati macroeconomici, come lo stato occupazionale, il Pil e i tassi d’interesse, la seconda nello studio dei grafici. Gli investitori esperti si affidano anche ai segnali Forex, indicazioni per il compimento di determinate operazioni digitali che possono essere fornite da un privato, da un trader professionista o anche dal proprio broker.

Chi è interessato a sapere come fare soldi con il Forex Trading può inoltre frequentare un corso specifico, leggere una guida oppure imparare dal social trading, osservando il comportamento degli esperti di trading.